Donne in Campo Sicilia: l’assemblea elegge presidente l’imprenditrice ennese Gea Turco

In una sala gremita di imprenditrici e donne dell’agricoltura si è svolta il 5 giugno scorso a Grammichele, in provincia di Catania, la IV Assemblea elettiva di Donne in Campo Sicilia.

Dopo i saluti della presidente provinciale di Donne in Campo Donatella Vanadia e del sindaco di Grammichele Salvatore Canzoniere, la presidente della Cia Sicilia Rosa Giovanna Castagna -che ha presieduto i lavori- ha manifestato soddisfazione e orgoglio nel constatare una così attiva e positiva partecipazione da parte delle donne. E’ quindi intervenuta la coordinatrice del Tavolo regionale di genere Caterina Di Chiara, che ha portato il suo augurio alle agricoltrici siciliane, mentre la responsabile regionale di Confagricoltura Donna Maria Pia Piricò ha posto l’attenzione sulla necessità di difendere l’agricoltura italiana e di conoscere in modo più approfondito gli accordi commerciali internazionali che condizioneranno il futuro del settore. Francesca Barbato, responsabile regionale Impresa Donna Coldiretti, ha portato i suoi saluti con l’auspicio di una futura forte collaborazione.

Concetta Raia, deputato all’Assemblea regionale siciliana, ha ricordato come la presenza delle donne nelle istituzioni stia crescendo e non sia da considerare scontata: “E’ un dato -ha aggiunto- che porta con sé un’attenzione e una cura diversa nei confronti dell’ambiente e della nostra terra”.

Dopo numerosi interventi che hanno messo in rilievo le difficoltà di difendere il reddito dei produttori agricoli siciliani, che esprimono una delle più elevate culture agroalimentari d’Italia, è stata eletta all’unanimità presidente di Donne in Campo Sicilia Gea Turco, imprenditrice della provincia di Enna impegnata nella produzione di cereali e grani antichi. “Sono onorata di rappresentare l’Associazione donne siciliana -ha affermato la Turco- e credo che l’impegno femminile debba andare nel senso dell’innovazione senza trascurare uno sguardo al futuro e una valorizzazione della tradizione, che in molti casi può avere una potente carica innovativa”.

La presidente nazionale di Donne in Campo Mara Longhin, nel ringraziare la presidente Cia regionale Rosa Giovanna Castagna e il direttore Cia regionale Francesco Costanzo per aver reso possibile la straordinaria giornata, ha manifestato la sua profonda emozione di fronte a una sala femminile piena di passione e amore per l’agricoltura e ha spronato l’associazione siciliana a unirsi alla rete Donne in Campo che si estende ormai dalle Alpi alla Sicilia e che vuole dare un contributo importante al rilancio dell’agricoltura italiana, per un giusto reddito agli agricoltori, per una produzione di alimenti sani e per la difesa del territorio e delle profonde radici agricole dell’Italia.