Firmato il decreto che riconosce la Igp Sicilia dell’olio extra vergine di oliva. Un altro passo per la tutela delle nostre produzioni agricole.

“Sono particolarmente soddisfatto per questo prestigioso riconoscimento che riguarda una delle produzioni più importanti della Sicilia e l’alimento principe della dieta mediterranea” ha dichiarato Maurizio Lunetta presidente del comitato promotore del l’olio Igp Sicilia – ” un risultato che corona un lungo e difficile lavoro per il quale ringrazio tutti coloro che insieme al comitato promotore si sono impegnati, dall’Assessorato Regionale Agricoltura ai Consorzi di tutela siciliani dell’olio Dop”
foto (1)L’olio extra vergine è un prodotto simbolo della Sicilia – ha aggiunto Lunetta – che rappresenta più di 100 mila aziende, 500 frantoi, 150 mila ettari di superfici con una produzione media di 500 mila quintali di olio annui . È la seconda Igp di un olio extravergine riconosciuta in Italia e certamente la prima per estensione e produzione.
L’olio della prossima campagna, potrà quindi fregiarsi delle denominazione “Sicilia” se si seguono le regole dettate dal disciplinare di produzione, regole decise prima dall’intera filiera produttiva e oggi approvate dal Ministero. La protezione provvisoria, diventerà definitiva con la pubblicazione in gazzetta della Unione Europea.
L’olio extravergine Igp Sicilia potrà essere prodotto con olive di varietà locali, dalle più note Biancolilla, Nocellara, Tonda Iblea, Cerasuola alle meno conosciute ma localmente presenti Brandofino, Minuta, Santagatese e altre. Le olive dovranno essere raccolte e spremute esclusivamente in Sicilia e l’olio dovrà essere imbottigliato entro i confini della regione.
L’indicazione Sicilia in etichetta garantirà il consumatore sulla origine certa dell’olio extra vergine di oliva e sulle principali caratteristiche qualitative controllate.
“Questa nuova Igp– conclude il presidente Lunetta– è anche il riconoscimento del grande valore delle nostre produzioni e rappresenta un altro importante passo nel percorso di valorizzazione e identificazione dei nostri prodotti agricoli e agroalimentari.