La scomparsa di Giuseppe Politi. Il cordoglio della Cia e del mondo agricolo

E’ scomparso Giufoto politiseppe Politi. E’ stato presidente della Cia – Confederazione italiana agricoltori – dal 2004 al febbraio del 2014. Il suo è stato un impegno costante e incisivo teso a tutelare i redditi degli agricoltori, a valorizzare il ruolo dell’impresa agricola nel contesto economico e produttivo, ma anche per far crescere il settore e con esso l’intero sistema agroalimentare.

A Politi vanno riconosciuti, in particolare, due grandi meriti: l’autoriforma della Confederazione italiana agricoltori, che ha portato gli imprenditori agricoli alla guida dell’Organizzazione, e la nascita di Agrinsieme, il coordinamento tra Cia, Confagricoltura e Alleanza delle cooperative italiane dell’agroalimentare.

Sono stati due obiettivi che ha sempre ricercato con fermezza e ostinazione. Su essi, negli ultimi aRosa-giovanna-Castagna-165x300nni, aveva accentrato tutta la sua azione sindacale. Il loro conseguimento ha rappresentato per Politi motivo di grande soddisfazione, che non ha mancato di sottolineare nella VI Assemblea elettiva della Cia, nel febbraio 2014, dove ha passato il testimone della presidenza a Dino Scanavino.

Perdiamo un uomo che aveva una visione ampia e moderna dell’agricoltura” – dice Rosa Giovanna Castagna presidente della Cia Sicilia – “e sul modo di fare rappresentanza in questo settore. Da lui sono partite le migliori idee per una politica agricola più giusta ed equa in favore di chi coltiva la terra e ne trae sostegno per la propria famiglia”