Nicolò Lo Piccolo, giovane imprenditore di Caltagirone (CT) aderente all’Agia-Cia, secondo classificato al premio “Nuovi Fattori di Successo”. Innovazione, e-commerce e attenzione per l’ambiente le sue scelte strategiche

Nicolò Lo Piccolo

Nicolò Lo Piccolo

watch?v=2gE-Dxx6bS8&list=UUZvge-xP6fg5S5DvUxjNbGQ

AGIA x web

 

Nicolò lo Piccolo, titolare dell’azienda agricola “Bio Gold” di Caltagirone (CT) e aderente all’Agia, l’Associazione dei giovani imprenditori agricoli promossa dalla Cia, si è classificato secondo nel concorso “Nuovi Fattori di Successo” indetto dal Ministero delle Politiche agricole, Alimentari e Forestali.

La “Bio Gold”, così come la prima e la terza classificata al concorso, sarà protagonista di un docu-film a marchio Rete Rurale Nazionale e l’esperienza di Nicolò, insieme a quella di tutte le prime nove aziende classificate, sarà diffusa dalla rete Rurale nazionale attraverso prodotti divulgativi specifici.

Nicolò Lo Piccolo, laureato in Ingegneria per l’Ambiente ed il Territorio, ha fatto della sua passione per l’ambiente la base del proprio lavoro, dedicandosi con profitto all’apicoltura nell’azienda di famiglia inserita nella Riserva Naturale di San Pietro. Produce diverse varietà di miele, propoli, pappa reale, polline, prodotti cosmetici a base di propoli e cera d’api.
Coltiva poi piante aromatiche tra cui origano, lavanda, timo e rosmarino con cui integra il reddito assicurato dalle colture tradizionali già coltivate dal padre di alberi da frutto (pesche) e dagli oliveti di olive da olio in cui il controllo dei parassiti viene effettuato con prodotti naturali a base di zolfo, propoli e olii essenziali di piante officinali autoprodotti.

Nicolò, infine, si è affidato all’e-commerce per la vendita dei propri prodotti. Creando una vera e propria rete di aziende, ha messo a disposizione di altri agricoltori la piattaforma da lui messa a punto per il commercio online.